Futuro sostenibile

Contribuiamo allo sviluppo sostenibile dei Paesi in cui operiamo, con infrastrutture di rete e servizi digitali innovativi, condividendo le nostre competenze e know how. Approfondisci

Ultimi Comunicati Stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM

TIM e le persone LGBT+: le vie dell'inclusione

La presenza ai Pride, la collaborazione con Parks, la storia di Valentina, prima moglie LGBT+ e poi mamma. Leggi di più

La vita sulla nuvola di TIM

Il cloud permette a chiunque di accedere alla massima capacità informatica. Una tecnologia che apre la strada a infinite soluzioni e applicazioni. Leggi di più

Telecom Italia: estesa al mercato americano l’offerta pubblica d’acquisto sulle azioni ordinarie e risparmio di TIM

22/12/2004 - 22:30

The Tender Offer described herein is not being, and will not be, made, directly or indirectly, in or into Canada, Japan, Australia or any other jurisdiction outside Italy in which the Tender Offer would require the authorization of the relevant regulatory authorities or would violate applicable laws or regulations. Telecom Italia will not be permitted to accept, directly or indirectly, any tenders made, in connection with the Tender Offer, in or from any of the foregoing jurisdictions.

Telecom Italia S.p.A comunica che l’offerta pubblica d’acquisto parziale sulle azioni ordinarie TIM e l’offerta pubblica d’acquisto totalitaria sulle azioni di risparmio TIM verrà promossa anche negli Stati Uniti d’America. 

L’offerta pubblica d’acquisto, così come annunciato il 7 e il 13 dicembre 2004, riguarda n.  2.456.534.241 azioni ordinarie TIM e l’intero ammontare delle azioni TIM risparmio (pari a n. 132.069.163). Per entrambe le categorie di azioni il prezzo d’offerta sarà, anche per gli investitori statunitensi, pari a 5,60 Euro per azione.

L’offerta pubblica d’acquisto continuerà a non essere estesa al Canada, al Giappone, all’Australia e ai Paesi in cui la sua promozione richieda l’approvazione delle competenti autorità locali o sia in violazione di norme o regolamenti locali. 

 

Milano, 22 dicembre 2004