Futuro sostenibile

Contribuiamo allo sviluppo sostenibile dei Paesi in cui operiamo, con infrastrutture di rete e servizi digitali innovativi, condividendo le nostre competenze e know how. Approfondisci

Ultimi Comunicati Stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM

TIM e le persone LGBT+: le vie dell'inclusione

La presenza ai Pride, la collaborazione con Parks, la storia di Valentina, prima moglie LGBT+ e poi mamma. Leggi di più

La vita sulla nuvola di TIM

Il cloud permette a chiunque di accedere alla massima capacità informatica. Una tecnologia che apre la strada a infinite soluzioni e applicazioni. Leggi di più

Telecom Italia: ceduta partecipazione in Neuf Telecom per 161 milioni di euro

09/05/2006 - 14:52

LA CESSIONE DETERMINERA’ PER IL GRUPPO TELECOM ITALIA UNA PLUSVALENZA DI 110 MILIONI DI EURO E UNA RIDUZIONE DELL’INDEBITAMENTO DI GRUPPO DI 161 MILIONI DI EURO

LA CESSIONE SI INQUADRA NELL’AMBITO DELLA STRATEGIA DEL GRUPPO TELECOM ITALIA DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI NON STRATEGICHE

Telecom Italia, attraverso la propria controllata Telecom Italia International N.V., ha ceduto ai Gruppi Louis Dreyfus (LD) e Société Française du Radiotéléphone (SFR) la propria partecipazione in Neuf Télécom, pari al 4,99%, per un valore di circa 161 milioni di euro, oltre ad una integrazione del prezzo in caso di IPO o cessione del controllo di Neuf Télécom a valori superiori a quello concordato. Ove tali eventi non si verificassero prima del 31.12.07, Telecom Italia International avrà comunque diritto ad una integrazione, se il fair market value della partecipazione sarà superiore al prezzo della attuale transazione.

La cessione determinerà per il Gruppo Telecom Italia una plusvalenza pari a 110 milioni di euro e avrà un impatto positivo sull’indebitamento per 161 milioni di euro.

La cessione della partecipazione in Neuf Télécom si inquadra nell’ambito della strategia del Gruppo Telecom Italia, annunciata al mercato lo scorso 8 marzo 2006 in occasione dell’incontro con gli investitori, di razionalizzazione del portafoglio internazionale con focalizzazione nelle aree di interesse strategico con potenzialità di crescita.