Futuro sostenibile

Contribuiamo allo sviluppo sostenibile dei Paesi in cui operiamo, con infrastrutture di rete e servizi digitali innovativi, condividendo le nostre competenze e know how. Approfondisci

Ultimi Comunicati Stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM

TIM e le persone LGBT+: le vie dell'inclusione

La presenza ai Pride, la collaborazione con Parks, la storia di Valentina, prima moglie LGBT+ e poi mamma. Leggi di più

La vita sulla nuvola di TIM

Il cloud permette a chiunque di accedere alla massima capacità informatica. Una tecnologia che apre la strada a infinite soluzioni e applicazioni. Leggi di più

Comunicato stampa del Collegio Sindacale

Il Collegio Sindacale procede con la propria istruttoria a seguito della denuncia formulata il 23.01.2019 dal socio Vivendi ai sensi degli artt. 2406 2408 del codice civile e degli artt. 149 ss. TUF, nonché del successivo Addendum in data 30.01.2019

 

04/02/2019 - 18:48

Il Collegio Sindacale rende noto che è in corso la propria istruttoria a seguito della Denuncia presentata da Vivendi e del successivo Addendum.

Il Collegio Sindacale riferirà dettagliatamente in merito nella propria Relazione annuale ex art. 153 TUF.

Con riferimento alla richiesta di Vivendi in data 14.12.2018 di convocazione dell’assemblea ordinaria ex art. 2367 codice civile, ritiene peraltro opportuno chiarire fin d’ora quanto segue:
 

  • Il Collegio ha valutato il complessivo processo che ha condotto il Consiglio di Amministrazione della Società a convocare un'unica Assemblea degli Azionisti per il 29 marzo p.v., includendo all’ordine del giorno della medesima anche gli argomenti di cui Vivendi aveva chiesto separata trattazione.

  • in esito alle proprie valutazioni e sulla base delle informazioni disponibili, con riferimento alla decisione del Consiglio ha ritenuto non sussistessero i presupposti per esercitare i poteri vicari di convocazione di una specifica assemblea ex art. 2367.

  • Il Collegio si riserva comunque, se del caso, di rivedere le proprie considerazioni in merito alla convocazione dell’Assemblea degli Azionisti qualora dall’esito delle attività istruttorie, in corso di svolgimento sui fatti denunciati dal socio Vivendi, dovessero emergere nuovi elementi o situazioni finora non conosciute.


 

Roma, 4 febbraio 2019

Allegati

Comunicato stampa

482 KB