La nostra visione ESG

ESG vision

Crediamo che la trasformazione digitale sia la chiave per lo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese e per la tutela del nostro territorio. Approfondisci

TIM: TIM Brasil, conclusa l’acquisizione delle attività mobili del Gruppo Oi

20/04/2022 - 20:13

TIM informa che la controllata brasiliana TIM S.A. ha comunicato di aver perfezionato l’acquisizione, insieme a Telefônica Brasil S.A. (VIVO) e Claro S.A., degli asset mobili del Gruppo Oi per un controvalore complessivo di circa 7 miliardi di reais.

Il closing arriva in seguito all’approvazione dell’operazione da parte delle Autorità locali (CADE e Anatel).

L’operazione creerà sul mercato brasiliano un nuovo equilibrio infrastrutturale, in cui saranno presenti tre principali operatori che garantiranno un elevato livello di competizione, benefici ai clienti e investimenti adeguati per lo sviluppo delle infrastrutture di telecomunicazioni e la digitalizzazione del Paese.

 

Rome, 20 aprile 2022

(milioni di euro)

3° Trimestre

2021

3° Trimestre

2020

Variazioni

1.1 - 30.9

 2021

1.1 - 30.9

 2020

Variazioni

 

 

 

assolute

%

 

 

assolute

%

EBITDA ORGANICO  esclusa componente non ricorrente

1.669 

1.773 

(104)

(5,9)

4.886 

5.112 

(226)

(4,4)

Canoni per leasing

(207)

(192)

(15)

(7,8)

(608)

(577)

(31)

(5,4)

EBITDA adjusted After Lease (EBITDA-AL)

1.462 

1.581 

(119)

(7,6)

4.278 

4.535 

(257)

(5,7)

  • classifica i rischi sulla base del loro impatto in Strategici (derivanti dalla evoluzione dei fattori sottostanti le principali assunzioni utilizzate per lo sviluppo del Piano Strategico) e Operativi (derivanti dall'evoluzione dei fattori di rischio, sia endogeni che esogeni, che possono compromettere il raggiungimento degli obiettivi di business);
  • valuta i rischi non solo singolarmente, ma anche in un’ottica di portafoglio rischi (analisi delle correlazioni);
  • individua e aggiorna l’insieme complessivo dei rischi ai quali è esposto il Gruppo mediante l’analisi del Piano Industriale, il monitoraggio del contesto di riferimento (macroeconomico, regolatorio, ecc.), un monitoraggio ciclico con i Risk Owner al fine di intercettare eventuali variazioni e/o nuovi scenari di rischio, analisi specifiche sui rischi a cui possono essere esposti gli asset aziendali.

Allegati

Comunicato Stampa

73 KB