TIM Green

Un insieme di iniziative per migliorare l’efficienza ambientale dei nostri prodotti, dall’utilizzo di materiali sostenibili alla riduzione dei consumi energetici. Approfondisci

Ultimi Comunicati Stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM

TIM e le persone LGBT+: le vie dell'inclusione

La presenza ai Pride, la collaborazione con Parks, la storia di Valentina, prima moglie LGBT+ e poi mamma. Leggi di più

La vita sulla nuvola di TIM

Il cloud permette a chiunque di accedere alla massima capacità informatica. Una tecnologia che apre la strada a infinite soluzioni e applicazioni. Leggi di più

Telecom Italia: 9 comuni dell’Umbria protagonisti della terza edizione del contest ‘TIM Italia Connessa’

L’iniziativa ha l’obiettivo di accelerare la realizzazione delle infrastrutture ultrabroadband anche nei comuni italiani di medie dimensioni finora esclusi dai piani di infrastrutturazione

Da domani fino al 13 novembre, i 9 comuni umbri (sui 133 coinvolti a livello nazionale) avranno la possibilità di presentare il proprio progetto di Sviluppo Digitale

Nel comune vincitore, selezionato da una giuria di esperti, Telecom Italia realizzerà tutte le infrastrutture ultrabroadband fisse e mobili

 

29/06/2015 - 12:30


Sono 9 i comuni dell’Umbria  protagonisti del contest “TIM Italia Connessa – Comuni Connessi”, la terza edizione dell’iniziativa di Telecom Italia nata nel 2013 per diffondere la cultura dell’innovazione tra le amministrazioni locali, con l’obiettivo di promuovere la digitalizzazione nel Paese e favorire la diffusione delle tecnologie di nuova generazione fissa (fibra ottica) e mobile (4G) e stimolare l’utilizzo di servizi innovativi. Si tratta di Assisi, Castiglione del Lago, Corciano, Magione, Marsciano, Narni, Orvieto, Todi e Umbertide.   

Quest’anno il contest, che prende il via domani, si rivolge a 133 comuni italiani di medie dimensioni con una popolazione compresa tra i 14.000 e 51.000 abitanti. Per partecipare i comuni dovranno presentare entro il 13 novembre, attraverso il sito italiaconnessa.telecomitalia.it, un piano di sviluppo digitale del proprio territorio finalizzato a diffondere l’utilizzo dei servizi digitali da parte di cittadini, aziende e pubbliche amministrazioni, come ad esempio: servizi di smart city, servizi pubblici on line, progetti di incentivazioni dell’imprenditoria locale, progetti di automazione e dematerializzazione dei processi amministrativi o progetti finalizzati a favorire l’occupazione giovanile nel business digitale.

L’iniziativa dovrà essere accompagnata dall’indicazione di tutti i provvedimenti con cui le Amministrazioni intendono facilitare lo sviluppo delle nuove reti NGN, attraverso l’adozione di procedure amministrative semplificate, l’utilizzo di infrastrutture esistenti e la propensione a favorire l’utilizzo di tecniche di scavo innovative.

Una volta terminata la raccolta delle candidature, Telecom Italia effettuerà una prima valutazione relativa solo all’effettivo impegno dei comuni a facilitare la realizzazione delle nuove infrastrutture dalla quale risulterà una short list di comuni finalisti.

Sarà poi una giuria specializzata indipendente, composta da personalità di spicco nel mondo dell’innovazione e dello sviluppo digitale, a decretare infine quale sarà l’idea più innovativa e quindi a proclamare, entro la fine dell’anno, il comune vincitore.

Nel comune selezionato, Telecom Italia realizzerà entro il 2017, in anticipo rispetto ai propri piani, l’infrastruttura di rete ultrabroadband fissa e mobile.

Con questa iniziativa Telecom Italia vuole contribuire ulteriormente ad accelerare i processi di digitalizzazione del Paese, coerentemente con gli obiettivi indicati dall’Agenda Digitale.

In particolare,Telecom Italia ritiene che, anche nei comuni di minori dimensioni sia possibile innescare le condizioni favorevoli alla realizzazione di reti di nuova generazione ultrabroadband. Tutto ciò attraverso la semplificazione di modalità e tempi di attuazione e lo sviluppo dei servizi digitali per la comunità, stimolando e moltiplicando così la crescita economica e sociale di tutto il territorio.

Perugia, 29 giugno 2015

Allegati

Nota Stampa (239 KB)

245 KB