Futuro sostenibile

Contribuiamo allo sviluppo sostenibile dei Paesi in cui operiamo, con infrastrutture di rete e servizi digitali innovativi, condividendo le nostre competenze e know how. Approfondisci

Ultimi Comunicati Stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM

TIM e le persone LGBT+: le vie dell'inclusione

La presenza ai Pride, la collaborazione con Parks, la storia di Valentina, prima moglie LGBT+ e poi mamma. Leggi di più

La vita sulla nuvola di TIM

Il cloud permette a chiunque di accedere alla massima capacità informatica. Una tecnologia che apre la strada a infinite soluzioni e applicazioni. Leggi di più

TIM e SIA: partnership per nuovi servizi di pagamento elettronico

Attivata una rete di POS Multipay in oltre 2.200 punti vendita a livello nazionale per domiciliare, anche tramite carta di debito, servizi e offerte direttamente sul proprio conto corrente bancario o postale

14/07/2016 - 16:30

TIM, grazie alla partnership tecnologica con SIA (attraverso la controllata TSP), ha attivato terminali POS MultiPay in oltre 2.200 negozi della propria rete di vendita in Italia, al fine di ampliare le modalità di pagamento elettronico delle proprie offerte.

Grazie alla rete di POS di ultima generazione sviluppata da SIA, i clienti TIM di telefonia mobile prepagati potranno attivare, tramite carta di debito, la domiciliazione di servizi e offerte sul proprio conto corrente bancario o postale, senza più preoccuparsi di effettuare la ricarica periodica per il rinnovo delle stesse.

I terminali MultiPay consentono di gestire le richieste di attivazione di pagamenti ricorrenti in modo facile e sicuro, anche senza disporre dell’IBAN del cliente. Con questa nuova modalità di pagamento, che si affianca all’attuale domiciliazione già prevista su carta di credito, è possibile anche acquistare smartphone in modalità rateizzata.

Grazie a questa iniziativa i clienti potranno inoltre usufruire di vantaggi quali il raddoppio per sempre di Giga e di minuti voce, come già previsto nei pagamenti effettuati con carta di credito.

Roma, 14 luglio 2016

Allegati

Nota Stampa (199 KB)

203 KB