Gruppo TIM
Gruppo TIM

La nostra visione ESG

ESG vision

Crediamo che la trasformazione digitale sia la chiave per lo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese e per la tutela del nostro territorio. Approfondisci

TIM: attraverso FiberCop gia’ cablate a Bolzano 25 mila unità immobiliari con la fibra ultraveloce

Grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale procede speditamente nella città altoatesina il piano nazionale di cablaggio in tecnologia FTTH di FiberCop, la società infrastrutturale del Gruppo TIM, per rendere disponibili connessioni fino a 1 Gigabit/s.

L’investimento stimato è di circa 6,5 milioni di euro

14/09/2021 - 10:50

TIM attraverso FiberCop, la società infrastrutturale del Gruppo, sta accelerando a Bolzano il proprio piano di cablaggio con la fibra ultraveloce che ha già interessato 25.000 unità immobiliari, gran parte delle quali collegate nei primi 9 mesi del 2021 grazie alla realizzazione di oltre 1.000 nuovi nodi ottici, cioè i punti di accesso della rete che servono le abitazioni e gli uffici.  

Bolzano fa parte del piano nazionale di cablaggio di FiberCop che ha l’obiettivo di realizzare la rete di accesso secondaria in fibra ottica nelle aree nere e grigie del Paese per sviluppare soluzioni FTTH (Fiber To The Home) secondo il modello del co-investimento ‘aperto’ previsto dal nuovo Codice Europeo delle Comunicazioni Elettroniche.   

Per la posa della fibra ottica vengono utilizzate, laddove possibile, le infrastrutture già esistenti. Nel caso sia necessario effettuare scavi, questi sono realizzati adottando tecniche innovative a basso impatto ambientale. TIM sta operando in partnership con l’Amministrazione comunale per limitare il disagio alla cittadinanza e procedere speditamente con la realizzazione della nuova rete. 

L’investimento stimato da parte del Gruppo TIM per la realizzazione della nuova rete in fibra ottica è pari a circa 6,5 milioni di euro.

La fibra super-veloce, che abilita collegamenti fino a 1 Gigabit/s consente di accelerare i processi di digitalizzazione sul territorio a beneficio di cittadini, imprese e pubblica amministrazione, e di assecondare al meglio le esigenze professionali anche legate allo smart working e alla didattica a distanza.  

Le attività di cablaggio saranno ulteriormente intensificate in modo da raggiungere entro l’anno circa 39.000 tra case e uffici alla conclusione del piano.

 

“Le attività di cablatura sono state possibili grazie alla sinergia tra TIM e l’Amministrazione comunale nello studio delle aree interessate dagli interventi e al conseguente rilascio delle autorizzazioni per eseguire i collegamenti ottici – dichiara l’Assessore alla digitalizzazione di Bolzano, Angelo Gennaccaro -. Per questo l’investimento fatto da TIM nella nostra città è per noi motivo di grande soddisfazione: si tratta di un passo importante verso il futuro, che consentirà di accelerare lo sviluppo, in senso qualitativo, della nostra Comunità, da sempre all’avanguardia nel rispondere alle sfide di oggi e soprattutto di domani. Questo progetto potrà portare qualche temporaneo disagio dovuto ai lavori, ricordo però che si tratta di un’importante opportunità e che il risultato finale sarà un vantaggio collettivo di cui goderanno aziende, cittadini e la stessa Amministrazione”.

 

“Bolzano è un esempio a livello nazionale di come la collaborazione pubblico-privato consenta di creare le condizioni per fare le cose bene e velocemente – afferma Massimo Tarsi, Responsabile Field Operations Line Trentino Alto Adige di TIM. Siamo particolarmente contenti di comunicare alla cittadinanza che il piano di cablaggio della città con la fibra ultra-veloce sta proseguendo a grande ritmo con il massimo impegno da parte dell’azienda e dell’amministrazione. Ciò si traduce in un impulso alla diffusione dei servizi digitali finalizzati a sostenere le imprese nello sviluppo del loro business e a migliorare la qualità della vita dei cittadini, contribuendo in questo modo alla crescita dell’economia locale”.

                                                                 ***

FiberCop è la società infrastrutturale controllata da TIM (al 58%) insieme a KKR Infrastructure (37,5%) e Fastweb (4,5%) e ha come obiettivo la digitalizzazione del Paese tramite lo sviluppo di connessioni in fibra ottica Fiber-to-the-home (FTTH). 

FiberCop opera sulla base del modello di coinvestimento e rappresenta il primo caso in Europa di applicazione su scala nazionale del nuovo Codice Europeo delle Comunicazioni Elettroniche. 

La società fornisce agli operatori servizi di accesso passivi in fibra ottica e servizi evoluti, operando con la massima efficienza e tutela delle persone e dell’ambiente. 

FiberCop è dotata di un asset di rete che già oggi offre collegamenti UBB ad oltre il 93% delle linee fisse grazie alle tecnologie FTTC e FTTH e proseguirà nello sviluppo della copertura FTTH, con velocità di connessione superiori a 1 Gigabit. L’obiettivo è raggiungere, entro il 2025, il 75% delle unità immobiliari delle aree grigie e nere. 

L’operazione ha l’obiettivo di contribuire in maniera determinante alla riduzione del digital divide in Italia, permettendo un’accelerazione del passaggio dei clienti da rame a fibra.

 

 

Bolzano, 14 Settembre 2021

Allegati

Nota Stampa

229 KB