Gruppo TIM
Gruppo TIM

“Arena del Futuro”: la ricarica ad induzione pronta a sviluppi commerciali

10/06/2022 - 14:30

La transizione ecologica verso la decarbonizzazione nel mondo dei trasporti viaggia veloce e dal circuito sperimentale “Arena del Futuro”, lungo l’autostrada A35 Brebemi, si guarda già a progetti di sviluppo concreti all’interno di infrastrutture strategiche nazionali ed internazionali. 

Oggi a Chiari (Bs) è stata presentata, da parte del Presidente di A35 Brebemi Francesco Bettoni e dai partner di progetto, alla presenza del Ministro della Repubblica Mariastella Gelmini, la tecnologia di ricarica ad induzione per auto elettriche o DWPT (Dynamic Wireless Power Transfer), testata ormai in diverse parti nel mondo. Il progetto pilota italiano coordinato da A35 Brebemi e Aleatica, operatore globale di infrastrutture di trasporto con una presenza in Europa e America Latina specializzato in soluzioni di mobilità sostenibili e innovative, è quello allo stadio più avanzato di sperimentazione e vede cooperare realtà che sono punti di riferimento in ciascun settore di competenza quali: ABB, Electreon, IVECO, IVECO BUS, Mapei, Pizzarotti, Politecnico di Milano, Prysmian, Stellantis, TIM, FIAMM Energy Technology, Università Roma Tre, Università di Parma, Vigili del Fuoco e Ministero dell’Interno - Polizia Stradale. Questa tecnologia permette ai veicoli elettrici di ricaricarsi viaggiando su corsie dedicate, grazie ad un innovativo sistema di spire posizionate sotto l’asfalto che trasferiscono direttamente l’energia necessaria ai mezzi (auto, camion, bus). Un sistema di mobilità a “zero emissioni”, che include differenti elementi studiati dalle eccellenze industriali coinvolte per interagire tra loro, quali asfalto, centraline, cavi, veicoli elettrici e connettività 5G.

Solo qualche settimana fa è stato presentato dagli esperti coinvolti dal MIMS (Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili) nell’ambito della “Struttura per la transizione ecologica della mobilità e delle infrastrutture” (STEMI), un documento denominato “Decarbonizzare i trasporti, evidenze scientifiche e proposte di policy” che indica nella tecnologica della ricarica ad induzione, una delle possibili soluzioni concrete verso gli obiettivi prefissati, alla luce dell’attuale discussione in sede di Consiglio europeo del Pacchetto Fit for 55, presentato dalla Commissione europea in attuazione della strategia del Green Deal.

Alla luce dei vari test effettuati e in corso su questa tecnologia, in particolare all’interno del progetto italiano “Arena del Futuro”, si conferma che la DWPT ha straordinari vantaggi. Nel percorso verso la decarbonizzazione dei trasporti attraverso la mobilità elettrica, a fronte di criticità legate alla vita e all’ingombro delle batterie, la ricarica ad induzione può contribuire ad una transizione verso modelli di mobilità sostenibile che migliorino ulteriormente l’esperienza sul campo degli utenti. Tra i tanti vantaggi della tecnologia di ricarica ad induzione le ricerche stanno evidenziando: una maggior efficienza energetica del veicolo grazie alla ricarica in viaggio, una riduzione del volume delle batterie nei veicoli senza impattare sulla capacità di carico merci e persone, un aumento della vita media della batteria stessa grazie al fatto che si eviterebbero picchi di ricarica perché verrebbe alimentata ad intervalli durante il giorno. Una volta a regime, il sistema potrà contribuire a migliorare la qualità del viaggio dell’utente, grazie a una riduzione dei tempi di sosta per ricarica legata alla combinazione ottimale tra diversi sistemi di ricarica. Tutti questi obiettivi sono raggiungibili anche grazie alle innovative tecnologie offerte dal 5G e dalle soluzioni applicative basate sull’Intelligenza Artificiale, che faciliteranno lo scambio di informazioni tra il veicolo e le piattaforme di gestione, aumentando la sicurezza stradale e l’efficienza degli spostamenti.

La tecnologia DWPT, nelle sue variabili di induzione dinamica e statica, ha già destato interesse per possibili immediati sviluppi a livello commerciale in Italia e all’estero, anche grazie alla sua versatilità in quanto, oltre all’utilizzo su strade ed autostrade, la stessa si sta confermando utile e ideale anche all’interno di altre infrastrutture come porti, aeroporti e parcheggi.  “Arena del Futuro” si conferma un ottimo esempio di innovazione collaborativa per la mobilità a “zero emissioni” di persone e merci.

 

Partner di progetto

 

Autostrada A35 Brebemi-Aleatica

A35 Brebemi-Aleatica è il collegamento autostradale direttissimo tra Brescia e Milano, la via più veloce e sicura tra le due città. L’infrastruttura, attiva dal 23 luglio 2014, ha un’estensione di 62,1 km a cui sono state aggiunte la stazione di esazione di Castegnato e le rampe di interconnessione con l’autostrada A4. L’autostrada è raggiungibile dalla città di Brescia attraverso l’autostrada A4 (prendendo la rampa di uscita dopo Brescia Ovest in direzione “A35 Milano – Linate), la Tangenziale Sud di Brescia e la SP19 oppure utilizzando la nuova A21 (Corda Molle). I caselli dell’autostrada sono sei: Chiari Ovest, Calcio, Romano di Lombardia, Bariano, Caravaggio e Treviglio. Superato l’ultimo casello di Treviglio, ci si immette nell’A58 Tangenziale Est Esterna Milano (TEEM) che consente all’A35 Brebemi di raggiungere la A1 all’altezza di Melegnano, la A4 all’altezza di Agrate, Linate e l’Area Metropolitana di Milano tramite due svincoli, a destra, Pozzuolo Martesana e a sinistra Liscate, che sboccano rispettivamente sulla SP103 Cassanese e sulla SP14 Rivoltana. A35 Brebemi ha ricevuto importanti riconoscimenti internazionali, in Usa e UK, quale miglior project financing infrastrutturale e miglior project bond europeo.

Aleatica è un operatore leader globale che sviluppa asset di trasporto con sede a Madrid. Con circa 3.000 dipendenti in tutto il mondo Aleatica registra un fatturato annuo di circa € 520 milioni. La società attualmente gestisce 20 concessioni - 16 autostrade (compresa A35 Brebemi), 2 porti, 1 linea ferroviaria leggera e 1 aeroporto - in sette paesi in Europa e America Latina: Spagna, Italia, UK, Messico, Colombia, Perù e Cile. Aleatica è interamente controllata dall'IFM Global Infrastructure Fund, che è assistito da IFM Investors, un investitore istituzionale globale con circa 181 miliardi di euro in gestione al 31 marzo 2022.

 

ABB

ABB (ABBN: SIX Swiss Ex) è una società tecnologica leader a livello globale che infonde energia nella trasformazione della società e dell'industria per realizzare un futuro più produttivo e sostenibile. Coniugando il software con il suo portfolio nei campi dell’elettrificazione, della robotica, dell'automazione e del motion, ABB amplia i confini della tecnologia per portare le prestazioni a nuovi livelli. Con una storia di eccellenza iniziata oltre 130 anni fa, il successo di ABB è guidato da 105.000 dipendenti di talento in oltre 100 Paesi. 

La Business Area Electrification di ABB è un leader globale nell’ambito di prodotti e soluzioni per l’elettrificazione, che opera in oltre 100 Paesi con piu’ di 200 siti manifatturieri. I nostril 50.000 dipendenti sono impegnati nella trasformazione del modo in cui viviamo, ci connettiamo e lavoriamo grazie a soluzioni di elettrificazione sicure, smart e sostenibili. Diamo forma ai trend future dell’elettrificazione, facendo la differenza grazie all’innovazione tecnologica e digitale, offrendo al contempo un’esperienza di grande livello grazie all’eccellenza operativa per i nostri clienti nel mondo delle utility, dell’industria, degli edifici, delle infrastrutture e della mobilità.

 

Electreon

ElectReon è un leader globale nella tecnologia di ricarica wireless per una gamma completa di veicoli elettrici (EV) e ha sviluppato una gamma di soluzioni per supportare la ricarica in qualsiasi modalità: parcheggiata, a bassa velocità e a velocità elevata. L'azienda accelera la transizione del mondo alla mobilità elettrica sfruttando l'infrastruttura stradale esistente e la sua tecnologia di ricarica wireless di cui è proprietaria, per eliminare l'ansia da autonomia, abbassare i costi totali di proprietà dei veicoli elettrici e ridurre la capacità della batteria, rendendola una delle soluzioni di ricarica più sostenibili dal punto di vista ambientale, scalabile e convincente disponibile oggi. Per le città e gli operatori di flotte, ElectReon offre una piattaforma "Charging as a Service" condivisa e invisibile che consente l'elettrificazione economica di flotte pubbliche, commerciali e autonome con batterie minime e un funzionamento regolare e continuo.

 

FIAMM Energy Technology

FIAMM Energy Technology è un’azienda multinazionale attiva nella produzione e distribuzione di accumulatori per avviamento autoveicoli e per uso industriale nata in seguito alla separazione dal Gruppo FIAMM del business delle batterie automotive e delle batterie industriali con tecnologia al piombo. Per essere vicina alle esigenze dei clienti FIAMM Energy Technology dispone di numerose sedi commerciali e tecniche (tra cui Italia, Germania,Gran Bretagna, Slovacchia, Francia, Spagna, Dubai, USA, Singapore, Malesia e Cina) e di una rete diffusa di importatori e distributori ed opera con un organico di mille persone. Per maggiori informazioni su FIAMM, visitare il sito: www.fiamm.com

 

IVECO

IVECO è un brand di Iveco Group N.V. (MI: IVG). IVECO progetta, produce e commercializza un’ampia gamma di veicoli commerciali leggeri, medi e pesanti, mezzi cava/cantiere.

L’ampia offerta di prodotto prevede il Daily, veicolo che copre dalle 3,3 alle 7,2 tonnellate di peso totale a terra, l’Eurocargo, dalle 6 alle 19 tonnellate, per il segmento pesante oltre le 16 tonnellate, la gamma IVECO WAY con l’IVECO S-WAY per le applicazioni on-road, l’IVECO T-WAY per le missioni off-road e l’IVECO X-WAY per le missioni light off-road.  Inoltre, con il marchio IVECO Astra, costruisce veicoli cava-cantiere e veicoli speciali.

IVECO impiega circa 21.000 dipendenti e produce veicoli dotati delle più avanzate tecnologie in 7 paesi del mondo, in Europa, Asia, Africa, Oceania e America Latina. 4.200 punti di vendita e assistenza in più di 160 Paesi garantiscono supporto tecnico ovunque ci sia un veicolo IVECO al lavoro.

Per maggiori informazioni su IVECO: www.iveco.it

 

IVECO BUS

IVECO BUS è un brand di Iveco Group N.V. (MI: IVG)

Uno dei principali attori nel campo del trasporto pubblico e tra i principali produttori di autobus in Europa, IVECO BUS progetta, produce e commercializza una vasta gamma di veicoli in grado di soddisfare tutte le esigenze degli operatori pubblici e privati:

- autobus scolastici, intercity e turistici;

- autobus urbani standard e articolati, comprese le versioni BRT; city midibus

- minibus per tutte le missioni di trasporto passeggeri.

IVECO BUS vanta una solida esperienza nei veicoli alimentati a energia alternativa ed è ora in grado di offrire una gamma completa di mezzi sia sul piano del gas naturale compresso - pienamente compatibile con il biometano - sia su quello dell'elettromobilità, per soddisfare ogni tipo di esigenza di trasporto.

IVECO BUS si posiziona, pertanto, come partner di riferimento per affrontare le numerose sfide della mobilità sostenibile.

IVECO BUS impiega oltre 6.000 persone in tre unità produttive, ad Annonay, in Francia, Vysoké Myto, Repubblica Ceca, Brescia, Italia e a Rorthais, in Francia, con il suo centro di eccellenza per l’elettromobilità.

L'ampia rete di servizi IVECO BUS e IVECO garantisce assistenza in tutto il mondo, ovunque sia al lavoro un veicolo IVECO BUS.

Per ulteriori informazioni su IVECO BUS: www.ivecobus.com

 

Mapei

Fondata nel 1937 a Milano, Mapei è uno tra i maggiori produttori mondiali di prodotti chimici per l’edilizia ed ha contribuito alla realizzazione delle più importanti opere architettoniche e infrastrutturali a livello globale. Con 91 consociate distribuite in 57 Paesi e 84 stabilimenti produttivi operanti in 35 nazioni, il Gruppo occupa 11.000 dipendenti in tutto il mondo. Nell’anno 2020 il Gruppo Mapei ha registrato un fatturato consolidato di 2,8 miliardi di euro. Alla base del successo dell’azienda: la specializzazione, l’internazionalizzazione, la ricerca e sviluppo e la sostenibilità. www.mapei.it

 

Pizzarotti

L’IMPRESA PIZZAROTTI & C. S.p.A., fondata nel 1910 a Parma, è la seconda impresa di costruzioni italiana. L’azienda opera in 15 paesi nel mondo, primariamente con rating elevato e limitato rischio. L’azienda, da sempre leader nella realizzazione di opere civili, infrastrutture stradali, autostradali e ferroviarie, oltre che di interventi di edilizia sanitaria e residenziale, sta moltiplicando gli investimenti in R&S e sviluppando soluzioni innovative nel campo della mobilità sostenibile, dell’asset management, dell’efficienza energetica e della rigenerazione urbana. Il Gruppo Pizzarotti conta una forza lavoro di circa 3.500 dipendenti ed un fatturato di circa 1,2 miliardi di Euro.

 

Politecnico di Milano

Il Politecnico è un'università scientifico-tecnologica che forma ingegneri, architetti e designer. Da sempre punta sulla qualità e sull'innovazione della didattica e della ricerca, sviluppando un rapporto fecondo con la realtà economica e produttiva attraverso la ricerca sperimentale e il trasferimento tecnologico.

La ricerca è sempre più legata alla didattica e costituisce un impegno prioritario che consente al Politecnico di Milano di raggiungere risultati di alto livello internazionale e di realizzare l'incontro tra università e mondo delle imprese. L'attività di ricerca costituisce, inoltre, un percorso parallelo a quello della cooperazione e delle alleanze con il sistema industriale.

Conoscere il mondo dove si andrà a operare è requisito indispensabile per la formazione degli studenti. Rapportarsi alle esigenze del mondo produttivo, industriale e della pubblica amministrazione, aiuta la ricerca a percorrere terreni nuovi e a confrontarsi con la necessità di una costante e rapida innovazione. L'alleanza con il mondo industriale, in molti casi favorita dalla Fondazione Politecnico e da consorzi partecipati dal Politecnico, consente all'Ateneo di assecondare la vocazione dei territori in cui opera e di essere da stimolo per il loro sviluppo.  La sfida che si gioca oggi proietta questa tradizione di forte radicamento territoriale oltre i confini del paese, in un confronto che si sviluppa prima di tutto a livello europeo con l'obiettivo di contribuire alla creazione di un "mercato unico" della formazione. Il Politecnico partecipa a numerosi progetti di ricerca e di formazione collaborando con le più qualificate università europee e internazionali, dal Nord America al Sud-Est Asiatico all'Est Europeo. Oggi la spinta all’internazionalizzazione vede il Politecnico di Milano partecipare al network europeo e mondiale delle principali università tecniche e offrire numerosi programmi di scambio e di doppia laurea e diversi corsi di studio interamente in inglese.

 

Prysmian

Prysmian Group è leader mondiale nel settore dei sistemi in cavo per energia e telecomunicazioni. Con quasi 140 anni di esperienza, un fatturato di oltre €10 miliardi, circa 28.000 dipendenti in oltre 50 Paesi e 104 impianti produttivi, il Gruppo vanta una solida presenza nei mercati tecnologicamente avanzati e offre la più ampia gamma di prodotti, servizi, tecnologie e know-how. La società opera nel business dei cavi e sistemi terrestri e sottomarini per la trasmissione e distribuzione di energia, cavi speciali per applicazioni in diversi comparti industriali e cavi di media e bassa tensione nell’ambito delle costruzioni e delle infrastrutture. Per le telecomunicazioni il Gruppo produce cavi e accessori per la trasmissione di voce, video e dati, con un'offerta completa di fibra ottica, cavi ottici e in rame e sistemi di connettività. Prysmian è una public company, quotata alla Borsa Italiana nell’indice FTSE MIB.

 

Stellantis

Stellantis N.V. (NYSE / MTA / Euronext Paris: STLA) è leader mondiale nella produzione di veicoli e fornitore di mobilità. I suoi marchi iconici e ricchi di storia – Abarth, Alfa Romeo, Chrysler, Citroën, Dodge, DS Automobiles, Fiat, Jeep®, Lancia, Maserati, Opel, Peugeot, Ram, Vauxhall, Free2move e Leasys – danno forma concreta alla passione dei loro fondatori e dei nostri clienti, offrendo prodotti e servizi innovativi. Grazie alla diversità che ci alimenta, guidiamo il modo in cui il mondo si muove puntando a diventare l’azienda tech di mobilità più significativa, non la più grande, e ci poniamo l’obiettivo di creare valore aggiunto per tutti gli stakeholder e le comunità in cui operiamo. Per maggiori informazioni, visitare www.stellantis.com.

 

TIM

TIM è il gruppo leader in Italia e in Brasile nel settore ICT, sviluppa infrastrutture fisse, mobili, cloud e datacenter e offre servizi e prodotti per le comunicazioni e l’intrattenimento, ponendosi all’avanguardia delle tecnologie digitali.

TIM rivolge la sua offerta a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni, oltre che al mercato wholesale e si avvale di digital companies specializzate che realizzano soluzioni, anche in partnership con gruppi di primaria importanza: Noovle è la cloud company di TIM, Olivetti è il polo digitale con focus sullo sviluppo di soluzioni Internet of things, Telsy opera nel settore della cybersecurity e Sparkle realizza e mette a disposizione infrastrutture e servizi internazionali. Kena è il second brand di telefonia mobile del Gruppo, mentre TIMVision, produce e distribuisce contenuti di entertainment.  In Brasile, TIM Brasil è uno dei principali player nel mercato sudamericano delle comunicazioni e leader nella copertura 4G. Nello sviluppo del business il gruppo ha fatto propria una strategia improntata alla sostenibilità che si poggia su obiettivi di climate strategy, economia circolare, crescita digitale e gender equality, e si prefigge di diventare carbon neutral nel 2030 e raggiungere le zero emissioni nette entro il 2040.  Attraverso Fondazione TIM, inoltre, sostiene progetti di alto interesse sociale. gruppotim.it

 

Università degli Studi Roma Tre

Nato nel 1992, Roma Tre è tra gli Atenei più giovani nel sistema universitario italiano. Questa giovinezza è anche il suo punto di forza, perché è stata e rimane un forte stimolo per una crescita rapida e dinamica, che l’ha portata a contare oggi circa 34.000 studenti provenienti da tutta Italia.  I suoi 76 corsi di laurea triennale, magistrale e a ciclo unico, i 24 dottorati di ricerca e i 43 corsi post lauream compongono l’offerta formativa dei 13 Dipartimenti dell’Ateneo.

La solidità dell’offerta formativa accompagnata all’attenzione verso le nuove metodologie e ai nuovi linguaggi della comunicazione; l’apertura internazionale, attraverso il programma Erasmus e numerosi titoli doppi o congiunti; una presenza importante nella ricerca scientifica internazionale e il riconoscimento di “Eccellenza” a 4 dipartimenti (Giurisprudenza, Ingegneria, Matematica e Fisica, Scienze); l’attenzione ai temi della sostenibilità ambientale e della progettazione ecosostenibile, sono solo alcuni dei punti di forza su cui si fonda il prestigio di una grande comunità studentesca e scientifica.

Tra i valori fondanti Roma Tre assume la promozione e l’organizzazione della ricerca a livello internazionale, l’alta formazione e lo sviluppo e diffusione dei saperi, la salvaguardia dell’ambiente, la solidarietà internazionale, i principi dell’uguaglianza tra i generi, la valutazione e incentivazione del merito. Didattica e ricerca, in tutte le aree disciplinari, interagiscono costantemente e si rivolgono a un mondo globale, favorendo così l’aggiornamento e l’arricchimento delle conoscenze, coniugano la propria azione con la terza missione, intesa sia come trasferimento tecnologico, che come proiezione sul territorio delle attività formative. La dimensione internazionale è un aspetto ritenuto strategico per l’Ateneo che aderisce, tra l’altro, ai principi ispiratori della Magna Charta Universitatum e dichiara la propria appartenenza allo Spazio Europeo della Ricerca e dell’Istruzione Superiore sposandone principi e strumenti

 

Università di Parma

L’Università di Parma è un Ateneo statale di tradizione millenaria (la nascita è documentata intorno all’anno 1000) le cui attività fondamentali sono la didattica, la ricerca e il trasferimento delle conoscenze sul territorio – Terza missione. Oggi conta oltre 30mila studenti e circa 1.700 tra personale docente, ricercatore e tecnico-amministrativo.

 I numerosi servizi per gli studenti, l’attenzione alla didattica di qualità, all’innovazione, alla ricerca e alle esigenze del mercato del lavoro fanno dell’Ateneo uno dei poli universitari più importanti e conosciuti in Europa.

 Ha un’offerta formativa completa, costituita da 96 tra corsi di laurea, corsi di laurea magistrale e corsi di laurea magistrale a ciclo unico, oltre a Master di I e II livello, Corsi di Dottorato, Scuole di Specializzazione e Corsi di Perfezionamento.

 All’interno delle strutture dell’Ateneo si svolgono attività di ricerca scientifica di importanza mondiale. Tra le eccellenze si ricordano le scoperte sui “neuroni specchio” nell’ambito delle Neuroscienze, le ricerche nel campo dell’Ingegneria dell’informazione che hanno portato all’ideazione di veicoli autonomi (senza guidatore), le ricerche nell’ambito della matematica e quelle nell’ambito del food.

 

Brescia, 10 giugno 2022

Allegati

Nota Stampa

483 KB