Gruppo TIM
Gruppo TIM

La nostra visione ESG

ESG vision

Crediamo che la trasformazione digitale sia la chiave per lo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese e per la tutela del nostro territorio. Approfondisci

The key to designing inclusive tech

Creating diverse and inclusive tech teams

05/11/2021 - 12:00

Le nuove soluzioni digitali, basate sull’utilizzo di grandi moli di dati e dall’intelligenza artificiale, diventano sempre più centrali nella vita di tutti i giorni. Eventuali distorsioni presenti nelle basi di dati possono influire in modo molto serio sul funzionamento di tali soluzioni, che possono fornire risultati influenzati da pregiudizi, produrre discriminazioni, sfavorire alcuni tipi di comportamenti rispetto ad altri. Per limitare tale rischio, il rapporto “The key to designing inclusive tech: creating diverse and inclusive tech teams” di Capgemini richiama l'attenzione sull’importanza di creare ambienti di lavoro inclusivi e rappresentativi delle diversità, soprattutto nei team tecnologici. Il rapporto esplora l’approccio al tema dell’inclusione e della diversità di alcune aziende appartenenti a 9 paesi (inclusa l’Italia) che operano in settori chiave (dai prodotti di consumo all’assistenza sanitaria), osservando in particolare due possibili cause di esclusione: il genere e l’appartenenza etnica. La ricerca evidenzia che le organizzazioni con una cultura più aperta alla diversità sono 4 volte più efficaci nel produrre soluzioni inclusive. Viene fornita una misura del divario tra la percezione dei manager e quella di dipendenti donne e/o appartenenti a minoranze etniche riguardo alla inclusività dei luoghi di lavoro. Evidenzia inoltre che nei team che lavorano sulle basi di dati e sull’IA lavorano 3 donne ogni 20 dipendenti (15% del totale) e circa 2,5 persone appartenenti a minoranze etniche (12% del totale), mentre la rappresentanza di tali due gruppi di dipendenti a livello aziendale è all’incirca il doppio (rispettivamente 29% e 22%). Secondo il Rapporto durante il periodo di lockdown, la difficoltà incontrata per assumere risorse con elevate competenze tecnologiche hanno ridotto l’attenzione per le buone pratiche di inclusione e diversità e questo si riflette anche nell’offerta ai clienti: nel settore dei servizi finanziari ed in quello della salute i clienti appartenenti a minoranze percepiscono un divario rispetto al livello dei servizi che viene proposto e fornito ad altri clienti. Basandosi sulle strategie messe in atto dalle aziende più inclusive, il rapporto propone delle soluzioni per migliorare il livello di inclusività e apertura delle aziende.

Autore: Capgemini

Editore: Capgemini

Data di pubblicazione: Luglio 2021