Gruppo TIM
Gruppo TIM

La nostra visione ESG

ESG vision

Crediamo che la trasformazione digitale sia la chiave per lo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese e per la tutela del nostro territorio. Approfondisci

Copertina 768R capitolo 1 del 1-2022

Il processo ed il valore del Piano Tecnologico TIM

Crescenzo Micheli
Vice President Technology & Innovation, TIM

Scarica il PDF

Down

Articolo 01 - Il processo...

1017 KB

Il processo ed il valore del Piano Tecnologico TIM

Il Piano Tecnologico è un processo del Gruppo TIM, che ha come scopo la definizione e la comunicazione della strategia tecnologica complessiva di medio termine. La realizzazione del Piano Tecnologico è il risultato di un ampio lavoro, sotto la responsabilità della struttura di Technology & Innovation, che vede impegnate in prima linea tutta la struttura di Network con il coinvolgimento di altre funzioni aziendali quali IT, Regulatory, Security, Procurement e delle società del Gruppo TIM, nello specifico Sparkle, TIM Brasil, Olivetti, Telsy, Fibercop e Noovle.
Il Piano Tecnologico si colloca nel più ampio contesto della Pianificazione aziendale, essendo strettamente collegato ad altri processi come il Piano Strategico, il Piano Industriale e il Piano di Sviluppo. In particolare, il Piano Tecnologico è funzionale alla definizione degli economics del Piano di Sviluppo attraverso il rilascio ufficiale delle macro-quantità tecniche. Partendo dall’analisi dei drivers strategici, degli enablers tecnologici e di business e tenendo conto degli elementi di contesto e, in particolare quest’anno, anche dei programmi nazionali ed europei di sostegno alla ripresa (PNRR & PSN, IPCEI), vengono elaborate le linee di sviluppo funzionali, dimensionali ed architetturali nei vari domini della rete (Figura 1).

Figura 1: Schema del processo del Piano Tecnologico TIM

Clicca qui per ingrandire l'immagine

Nello specifico i domini trattati nell’edizione di quest’anno del Piano Tecnologico sono: IP e Trasporto, Core, Edge e Voce, Accesso Fisso e Mobile e dispositivi, Service Layer, Telco Cloud e Automazione di rete. Inoltre, l’evoluzione tecnologica delle società del Gruppo, pur mantenendo una propria specificità, concorre fortemente a definire la strategia complessiva, permettendo di sviluppare progetti ed azioni che sfruttino la sinergia di competenze e tecnologie per nuove proposizioni di servizi.
La sfida del Piano Tecnologico di quest’anno, che copre il triennio 2022-2024, è quella di definire il posizionamento tecnologico, evidenziando tutte le attività prioritarie e fattibili nel breve e tracciando un percorso sul triennio coerente ed efficace. Gli obiettivi del Piano Tecnologico 2022–2024 mirano quindi all’ottimizzazione dei paradigmi Beyond Connectivity e delle disruptions tecnologiche, per creare nuovi modelli commerciali che abilitano servizi digitali e verticali per Enterprise, Industry, Government, tra gli altri. Tali obiettivi vengono perseguiti tramite l’adozione di nuove tecnologie futureproof, aperte e sicure (anche attraverso partnership), in conformità ai principi ESG (Environmental, Social and Governance), alla regolamentazione ed alla sicurezza.
I principi fondanti del Piano Tecnologico 2022-2024 consistono nel promuovere il paradigma del "Telco Cloud Continuum" come tecnologia abilitante alla fornitura di servizi flessibili ad altissime prestazioni e nel fare leva su una progressiva semplificazione e delayering delle tecnologie in campo, per aumentare l’efficienza, l’affidabilità ed il valore. Una novità di questa edizione è l’introduzione di documenti che si focalizzano su tematiche essenziali ed innovative individuate nella fase di stesura della Technology Strategy; queste tematiche sono: Automation, Edge Cloud Computing, Journey to Cloud, 5G StandAlone, Decommissioning e Live Video. Di seguito una breve descrizione per ciascuno degli argomenti:

  • l’Automation consiste nell’introduzione di processi e procedure automatiche per migliorare le operazioni di rete e lo sviluppo software allo scopo di ottenere benefici in termini di tempi, costi, efficienza e riduzione di errori.
  • L'Edge Cloud Computing è una soluzione architetturale che avvicina contenuti e applicazioni al cliente finale per soddisfare i requisiti di latenza, sicurezza, resilienza e larghezza di banda e ottimizzare la distribuzione della capacità computazionale tra dispositivi, rete e cloud.
  • Il Journey to Cloud definisce una transizione che mira a migrare gli asset aziendali sul Cloud, consentendo la diminuzione dei costi IT e di emissione dei gas serra, e l’aumento dei risultati di business e della velocità di innovazione. La strategia prevede lo spostamento di workload e applicazioni verso nuovi datacenter e la razionalizzazione degli esistenti.
  • L'introduzione di 5G StandAlone facilita la semplificazione delle architetture, migliora la sicurezza e riduce i costi e consente la personalizzazione e l’introduzione di nuovi servizi su misura per i clienti aziendali, industriali e governativi.
  • Il Decommissioning di reti e piattaforme legacy è una sfida per garantire la semplificazione operativa, consentire importanti risparmi, ridurre il rischio di guasti e i rischi di sicurezza, e abilitare la realizzazione di nuovi servizi.
  • La fornitura di contenuti Live Video su IP è una evoluzione tecnologica che ha impatti importanti sulla rete, ma che può portare benefici al sistema paese nel suo complesso. A questo scopo TIM sta lavorando alla evoluzione della sua infrastruttura di rete e dei servizi per supportare la distribuzione dei contenuti in streaming con piattaforme innovative.

In questo numero del Notiziario Tecnico TIM vengono quindi descritti in dettaglio tutti i temi sopra riportati, offrendo una vista complessiva e trasversale che costituisce un utile riferimento per la definizione di una strategia di attuazione della trasformazione digitale.