Gruppo TIM
Gruppo TIM

La nostra visione ESG

ESG vision

Crediamo che la trasformazione digitale sia la chiave per lo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese e per la tutela del nostro territorio. Approfondisci

TIM CITY POINT

Nell’ambito del suo percorso di trasformazione da Telco Operator a Solution Provider, TIM ha puntato a rivestire un ruolo di primo piano nella trasformazione digitale del Paese e della Pubblica Amministrazione.
TIM è infatti in prima linea nello sviluppo e nella proposizione di soluzioni innovative, basate sulle più moderne tecnologie: dal Cloud di ultima generazione alla Security, dalle reti 5G all’IoT (Internet of Things). In tema di IoT, la diffusione sempre più marcata di oggetti connessi sia nelle nostre case che intorno a noi, abilita lo sviluppo di nuovi servizi che sfruttano le informazioni che tali oggetti sono in grado di trasmettere.

Figura A: Vista della dashboard Videoanalisi

Clicca qui per ingrandire l'immagine

In questo contesto, le tematiche Smart City diventano sempre più centrali: sia per la spinta verso una gestione del territorio sempre più puntuale e consapevole, sia per la capacità dei Provider come TIM di sviluppare e fornire una gamma sempre più ampia di soluzioni in grado di consentire ai decisori pubblici di avere un quadro ancora più dettagliato del loro territorio. TIM City Point rientra tra le soluzioni sviluppate da TIM per indirizzare le tematiche Smart City di monitoraggio. In particolare la soluzione, sviluppata dalle Ingegnerie di TIM e Olivetti, sfrutta gli asset di rete TIM, gli “armadi ripartilinea” attrezzati con fibra (FTTC), capillarmente diffusi, connessi ed alimentati. Gli armadi diventano di fatto un hub in grado di ospitare sensori connessi che inviano informazioni alle piattaforme cloud di gestione.
TIM City Point, attraverso l’installazione di device IoT all’interno degli armadi ripartilinea, offre all’Amministrazione Pubblica servizi di:

  • Videosorveglianza e Videoanalisi;
  • Monitoraggio degli agenti inquinanti.

Figura B: Vista dashboard Qualità dell’Aria

Clicca qui per ingrandire l'immagine

Per l’erogazione dei servizi video, l’armadio viene attrezzato con microcamere che inviano il flusso alla piattaforma cloud di TIM. L’utente, attraverso una dashboard dedicata, può visualizzare i video live, i dispositivi geolocalizzati su mappa, i dati di sintesi esposti anche con grafici. La funzione di videoanalisi permette di estrarre dati anonimizzati dai video e restituire una serie di kpi e statistiche con informazioni utili per una più approfondita analisi del territorio. Gli algoritmi disponibili abilitano il riconoscimento e il conteggio di persone, mezzi di trasporto (2 e 4 ruote) e la lettura targhe. Sono inoltre in fase sviluppo ulteriori algoritmi per abilitare nuovi use case, come ad esempio il monitoraggio di aree soggette ad abbandono illegale di rifiuti.
Per il servizio di monitoraggio inquinanti, infine, vengono installati sensori che permettono di misurare:

  • Temperatura e umidità;
  • Rumore;
  • Particolato: PM2.5 e PM10;
  • Biossido d’Azoto NO2;
  • Ozono O3;
  • Biossido di Zolfo SO2.

Figura C: Monitoraggio di un tratto di pista ciclabile realizzato a Milano attraverso TIM City Point

Clicca qui per ingrandire l'immagine

L’applicativo City Point consente di visualizzare i sensori su mappa, avere uno storico e un trend dei dati e confrontarli con un indice sintetico di riferimento sulla qualità dell’aria (IQA). Una delle prime applicazioni in campo di TIM City Point è stata realizzata a Milano con l’Agenzia Mobilità e Ambiente della città (AMAT).
L’Ente ha messo sotto osservazione alcuni tratti di piste ciclabili per osservarne e valutarne l’utilizzo da parte dei cittadini e valutare possibili migliorie. Attraverso una serie di armadi dislocati lungo le piste in area urbana, AMAT può raccogliere ed esaminare dati relativi ai conteggi di cicli e monopattini, ottenendo così dati sempre aggiornati e puntuali.

 

antonella2.caruso@telecomitalia.it