Futuro sostenibile

Contribuiamo allo sviluppo sostenibile dei Paesi in cui operiamo, con infrastrutture di rete e servizi digitali innovativi, condividendo le nostre competenze e know how. Approfondisci

Ultimi Comunicati Stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM

TIM e le persone LGBT+: le vie dell'inclusione

La presenza ai Pride, la collaborazione con Parks, la storia di Valentina, prima moglie LGBT+ e poi mamma. Leggi di più

La vita sulla nuvola di TIM

Il cloud permette a chiunque di accedere alla massima capacità informatica. Una tecnologia che apre la strada a infinite soluzioni e applicazioni. Leggi di più

La nostra strategia

“Noi crediamo che il rispetto dei Diritti Umani sia il fondamento di Libertà, Giustizia e Pace„

Preambolo della “Dichiarazione Universale dei Diritti Umani” approvato dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948

Perché una Policy sui Diritti Umani

Il settore delle TLC è strategico per il rispetto dei Diritti Umani, poiché produce impatti, ad esempio, sull'accessibilità alla tecnologia e ai servizi (inclusione digitale geografica e sociale), in particolare per i più vulnerabili, il diritto alla privacy e la protezione dei dati personali, il diritto alla libertà di espressione, in particolare quella online, la protezione dei minori dall’adult content e dal gambling, dal cyber-bullismo e dalle molestie, i campi elettro-magnetici.

Inoltre, la Policy è richiesta dalle

  • istituzioni internazionali, in primis l'ONU
  • ONG
  • agenzie di rating

La Direttiva Europea (95/2014) la rende necessaria a partire dal 2017, per alcune società tra cui TIM.

 

Obiettivi e destinatari

La Policy rappresenta il raccordo tra il Codice Etico e di Condotta e le
policy e le procedure operative del Gruppo TIM.

Tale Policy si applica non solo a tutte le persone di TIM, ma copre l’intera "catena di valore" di TIM, ovvero:

  • le persone della supply-chain,
  • i terzi che entrano in rapporti di affari con noi,
  • la nostra clientela (in particolare quella vulnerabile).

I riferimenti internazionali

I principali riferimenti sul tema a livello internazionale sono:

  • l'ONU, tra cui in particolare la Carta Internazionale dei Diritti Umani, i Guiding Principles on Business and Human Rights, il Global Compact,
  • l'Unione Europea,
  • l'OCSE.

I Guiding Principles on Business and Human Rights dell’ONU richiedono che le aziende effettuino la due diligence sui Diritti Umani. TIM l’ha conclusa nel 2014.

Tra gli obiettivi della due diligence:

  • la mappatura dei rischi sui Diritti Umani derivanti dalle attività operative del Gruppo,
  • la definizione di un percorso di miglioramento graduale, attraverso iniziative condivise con gli stakeholder interessati.

“Nella convinzione che una Impresa responsabile debba difendere i Diritti Umani anche al di fuori del proprio ambito, ci siamo impegnati ad essere un leader proattivo nelle iniziative e nei network riguardanti i Diritti Umani a livello sia locale sia internazionale, sia di settore sia intersettoriale.„

Policy sui Diritti Umani - Gruppo TIM

Approfondimenti

Policy sui diritti umani

2100 KB

Questionario OCAI

164 KB

Policy in portoghese

3020 KB