Gruppo TIM
Gruppo TIM

La nostra visione ESG

ESG vision

Crediamo che la trasformazione digitale sia la chiave per lo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese e per la tutela del nostro territorio. Approfondisci

SBTi

SBTi per la strategia ambientale TIM

Validati i nostri obiettivi di riduzione delle emissioni

01/07/2022 - 11:27

La strategia ambientale di TIM si basa su un piano concreto composto da traguardi sfidanti ma raggiungibili. A confermarlo, attraverso la validazione degli obiettivi di riduzione delle emissioni, è anche Science Based Target initiative*, l’organizzazione internazionale che promuove la definizione di obiettivi misurabili di riduzione dell’impronta climatica e li valida in modo indipendente per supportare le imprese nella transizione verso un’economia sostenibile.

Sono due, in particolare gli obiettivi certificati da SBTi e che TIM si è prefissata di raggiungere entro il 2030, rispetto al 2019:  

  • Ridurre del 75% le emissioni derivanti dall’attività produttiva dell’azienda e dall’acquisto di energia elettrica (Scope 1 e Scope 2), grazie e al preciso impegno ad acquistare, entro il 2025, il 100% di energia rinnovabile e anche ad azioni di efficientamento energetico sugli asset aziendali, e la progressiva elettrificazione della flotta aziendale.
  • Ridurre del 47% le emissioni a monte e a valle del ciclo produttivo (Scope 3), e in particolare quelle relative all’acquisto di beni e servizi, di beni strumentali e all’utilizzo dei prodotti venduti, grazie alla scelta di fornitori sempre più orientati verso criteri di produzione ESG, all’introduzione di parametri di sostenibilità nelle richieste d’acquisto e nelle gare  e alla proposta di  soluzioni IoT e prodotti a basso impatto ambientale.

Anche grazie al raggiungimento di questi obiettivi, TIM punta a raggiungere la Carbon Neutrality entro il 2030 e le emissioni nette zero (Net Zero) entro il 2040.

 

 “La strategia climatica di TIM è parte integrante della ridefinizione del nostro modello di business. Affonda le radici in un Piano di Sostenibilità fatto di progetti concreti, che ci condurranno non solo alla riduzione delle emissioni della nostra attività produttiva, ma anche di quelle a monte e a valle della nostra filiera. La validazione di questi obiettivi da parte di Science Based Targets è un segnale importante, una conferma del nostro contributo all’obiettivo più ampio della tutela del nostro pianeta e della lotta al cambiamento climatico”.

Pietro Labriola, Amministratore Delegato di TIM


La validazione degli obiettivi da parte di STBi rappresenta una conferma della nostra strategia climatica, uno dei pilastri del Piano di Sostenibilità di TIM che punta al potenziamento dell’economia circolare, della crescita digitale e della valorizzazione del capitale umano, attraverso progetti e obiettivi precisi e misurabili.

Per quanto concerne l’economia circolare, in particolare, ci siamo dati l’obiettivo che entro il 2024 almeno il 50% degli smartphone e dei prodotti venduti siano rigenerati o realizzati con regole di eco-design per garantirne un basso impatto ambientale.
Inoltre, abbiamo introdotto un indicatore di economia circolare per ridurre la produzione di rifiuti e massimizzare la vita utile dei beni aziendali, anche grazie ad interventi sulla nostra catena di fornitura, sempre più impegnata al recupero sostenibile e sulla produzione di materie prime seconde e ad iniziative di donazione a enti no profit di arredi e dotazioni informatiche ancora integri e funzionali.

* L’iniziativa Science Based Target è promossa da CDP (ex Carbon Disclosure Project), Global Compact delle Nazioni Unite, World Resources Institute (WRI), World Wide Fund for Nature (WWF) e intende contenere il riscaldamento globale a 1,5°C in linea con gli Accordi sul Clima di Parigi.