Venezia, un esempio di Smart City
La città del futuro è sicura, vivibile e sostenibile

28/10/2020 - 13:00

La Smart Control Room di Venezia punta a migliorare la mobilità e la sicurezza della città realizzando un modello di intelligenza urbana che potrà essere esteso a tutti i Comuni italiani.
Inaugurata a settembre 2020, questa “torre di controllo” cittadina è stata realizzata e gestita in collaborazione tra Comune,  Polizia Locale e TIM.

L’atmosfera è rarefatta, ad alto tasso tecnologico. Le persone sono operatori specializzati che si avvicendano H24 davanti ad enormi video-wall dalla classica luce azzurrina.
Ma il punto di forza di questa struttura risiede nella capacità di monitorare e ottimizzare sicurezza e servizi di questa città decisamente speciale.

Un’enorme quantità di dati e flussi video arriva alla Smart Control Room dalle centrali e dai sensori dislocati sul territorio. Si tratta ad esempio del numero di persone presenti a Venezia, la tipologia di barche nei canali, i passaggi dei mezzi pubblici stradali e acquei, il flusso dei turisti, le previsioni meteo e la situazione dei parcheggi. Ad analizzarli, con l’aiuto di sistemi di elaborazione che garantiscono la privacy, un pool di esperti, che possono così ottimizzare i servizi pubblici e progettarne di nuovi funzionali alle esigenze dei cittadini.

“Sono molto orgoglioso di questo risultato che ci ha permesso, durante tutto il periodo di lock down, di tenere un filo diretto con la cittadinanza e che ora rappresenta a tutti gli effetti un vero e proprio fiore all’occhiello per una città unica al mondo che può finalmente contare su un polo altamente innovativo e all’avanguardia dal quale garantire la sicurezza di tutti e un pronto intervento nel caso di necessità.”

Luigi Brugnaro, Sindaco di Venezia

TIM per le città del futuro

Quella di Venezia rappresenta una applicazione concreta di Smart City, l’insieme di servizi che rendono le città più sicure e più vivibili mediante l’uso di sensori, tecnologie informatiche, telecomunicazioni e naturalmente in particolare del 5G.

La soluzione Smart City Control Room di TIM permette infatti alle amministrazioni locali di gestire in maniera integrata i vari servizi per la città, arrivando anche alla gestione intelligente dell’illuminazione e della raccolta dei rifiuti, oltre a mobilità e sicurezza. E se necessario, i dati provenienti dalla Control Room possono essere utilizzati e analizzati per prendere decisioni e intervenire in tempo reale.

Oltre a Venezia, le altre Smart City italiane già realizzate con il supporto di TIM sono Torino, coinvolta in progetti europei relativi alla sicurezza urbana, Firenze con il progetto Smart City, e le sperimentazioni di Bari Matera 5G per il monitoraggio strutturale e dei parcheggi e per la gestione dei flussi pedonali.

Le Smart City, vantaggi concreti per i cittadini e per l’ambiente

Secondo uno studio del Mc Kinsey Global Institute (1), i servizi e le applicazioni di Smart City hanno un effetto molto positivo sulla qualità di vita dei cittadini e possono contribuire concretamente a migliorare alcuni indicatori chiave tra il 10 e 30%.
Stiamo parlando in particolare di trasporti – riduzione dei tempi di percorrenza in città di 15-30 minuti -  e sicurezza -ad esempio con 300 vite umane salvate in una città di 5 milioni di abitanti, grazie alla riduzione di reati, incidenti stradali e incendi.

“Le infrastrutture urbane stanno evolvendo in maniera sensibile verso la sostenibilità, per essere a basso impatto ambientale, con minori emissioni di carbonio, decongestionamento del traffico e diminuzione dei tempi di percorrenza in ambito urbano. Tale trend riguarda soprattutto tre reti su cui si basa il funzionamento della città: le reti di trasporto, le reti energetiche e le reti ambientali.”

Smart City Index 2020

Altre applicazioni fondamentali delle Smart Cities sono quelle che consentono la gestione sostenibile dell’energia, dei rifiuti e delle risorse ambientali, cioè acqua, aria, verde.
È proprio verso un progressivo aumento della sostenibilità che si stanno muovendo oggi le Smart City italiane, come indica lo Smart City Index 2020 (2), secondo cui i migliori risultati sono stati raggiunti nella gestione dei rifiuti, con una produzione pro-capite che è diminuita del 9% dal 2014 e la raccolta differenziata nei capoluoghi che è aumentata di oltre il 10% dal 2014, attestandosi al 51,6%.

1 - "Smart Cities: Digital Solution for a more livable future",  Mc Kinsey Global Institute
2 - "Smart City Index 2020 - Sostenibilità", marzo 2020, EY

L'agritech e i vigneti del Barolo

smart-agriculture

Efficienti e sostenibili