Futuro sostenibile

Contribuiamo allo sviluppo sostenibile dei Paesi in cui operiamo, con infrastrutture di rete e servizi digitali innovativi, condividendo le nostre competenze e know how. Approfondisci

Ultimi Comunicati Stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM

TIM e le persone LGBT+: le vie dell'inclusione

La presenza ai Pride, la collaborazione con Parks, la storia di Valentina, prima moglie LGBT+ e poi mamma. Leggi di più

La vita sulla nuvola di TIM

Il cloud permette a chiunque di accedere alla massima capacità informatica. Una tecnologia che apre la strada a infinite soluzioni e applicazioni. Leggi di più

Race for the Cure, una buona ragione per correre

Anche la squadra dei TIM Runners partecipa, come gli scorsi anni, insieme a familiari e amici a Race for the Cure. L'edizione italiana nel 2019 ha compiuto 20 anni.

25/05/2019 - 10:18

La manifestazione ideata dalla Susan G. Komen Italia, organizzazione senza scopo di lucro basata sul volontariato per la lotta ai tumori del seno, è attiva dal 2000 su tutto il territorio nazionale.

Per festeggiare questo anniversario, l’evento 2019 per la prima volta coinvolge 6 città; Roma, Bari, Milano, Bologna, Pescara, Brescia, Matera-, secondo un calendario che va dalla metà maggio a fine settembre.

Parliamo di 3 o 4 giorni di iniziative dedicate a salute, sport, benessere e solidarietà che si concludono con la tradizionale corsa di 5 km e la passeggiata di 2 km della domenica.

Anche la squadra del TIM Runners partecipa, come gli scorsi anni, insieme a familiari e amici.

Caratteristica dell'evento è la presenza, anche nella nostra squadra, delle "Donne in Rosa". Sono donne che hanno affrontato personalmente il tumore del seno e che, per dimostrare l'atteggiamento positivo con cui si confrontano con la malattia, scelgono di rendersi visibili indossando una maglietta e un cappellino rosa.

Valentina, una “Donna in Rosa” TIM, racconta  nel video la sua esperienza.

Partecipare non significa solo correre

Significa anche sensibilizzare su questo importantissimo  tema - perché una diagnosi precoce vuol dire alte possibilità di guarigione e percorsi di cura meno invasivi - e, se si vuole, donare a favore dell’organizzazione.

Con i fondi raccolti attraverso la Race for the Cure, la Komen Italia, dal 2000 ad oggi ha raccolto e già distribuito circa 17.000.000 € per la realizzazione di oltre 850 progetti propri e di altre associazioni nella lotta ai tumori del seno. 

Tra questi, corsi di aggiornamento per operatori sanitari, programmi di educazione alla prevenzione per donne sane e studenti; servizi clinici per il recupero del benessere psico-fisico delle donne operate ed acquisto di apparecchiature di diagnosi e cura delle neoplasie del seno.