"Materialità significa determinare la rilevanza di un tema per un’organizzazione ed i suoi stakeholder."

AA1000 AccountAbility Principles Standard

La matrice di materialità è un modo di rappresentare i temi che hanno impatto economico, sociale e ambientale sulla nostra azienda, incrociandoli con il livello di importanza attribuito a quegli stessi temi dai nostri stakeholder.
Viene definita tramite un processo di analisi basato su metodologie molto evolute, che ci permettono di considerare un numero maggiore di fonti informative e dati per avere una visione più completa e definita del contesto in cui operiamo e delle posizioni dei nostri stakeholder.
Il processo di analisi, rivisto e aggiornato annualmente, fa emergere così la matrice dei temi prioritari, quelli sui quali focalizzare la massima attenzione dell’azienda nel suo impegno sostenibile.

Partendo dai temi prioritari, attraverso un'ulteriore analisi, abbiamo individuato gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) ai quali vogliamo contribuire attraverso le nostre persone, tecnologie e servizi, adottando pratiche d’impresa che promuovono e tutelano i diritti umani e l’ambiente.   
L’analisi dei temi materiali per il 2021, oltre a confermare quanto già emerso nel 2020, ha portato a modificare alcune denominazioni e descrizioni per cogliere nuovi aspetti e declinazioni o sotto-tematiche emergenti. 

Il processo per creare la matrice di materialità 2021

Ecco le fasi attraverso le quali è stata definita la matrice di materialità 2021 del Gruppo:

1 – Aggiornamento della tassonomia del motore semantico

Abbiamo aggiornato la tassonomia da utilizzare nel motore semantico. Oltre a considerare le versioni più recenti dei riferimenti in ambito “sostenibilità” e “digital” precedentemente utilizzati, abbiamo inserito nuove fonti di particolare importanza, quali ad esempio:

  • la Tassonomia EU
  • la TCFD - Task Force on Climate Related Financial Disclosures

Per la prima volta, inoltre, con lo scopo di rafforzare l’intero processo di strutturazione della tassonomia, è stato istituito un comitato tecnico universitario.

2 – Definizione del nuovo albero dei temi rilevanti di TIM

Per individuare e raccogliere i documenti legati al core business di Gruppo, abbiamo selezionato una serie di fonti nazionali ed internazionali, pubbliche e non pubbliche, interne ed esterne a TIM.

Attraverso le iterazioni e sulla base delle occorrenze presenti negli oltre 200 documenti analizzati, è stato individuato il nuovo albero dei temi rilevanti di TIM.

3 – Valutazione dei temi rilevanti da parte di stakeholder e manager

I temi come riportati in matrice sono stati sottoposti alla valutazione degli stakeholder e del management di TIM per poterne definire il grado di priorità nella matrice 2021. Infatti, al fine di misurare la rilevanza dei suddetti topics sia per l’azienda sia per gli stakeholder esterni, sono state avviate due attività parallele di consultazione: internamente, un campione significativo di top manager di tutte le funzioni aziendali è stato coinvolto per esprimere il proprio giudizio, tramite la compilazione di un questionario online, esprimendosi sulla rilevanza di ciascun tema per la strategia di TIM.

La raccolta del punto di vista esterno, invece, è stata agevolata grazie a strumenti innovativi quali la big data analysis, tramite la TIM Data Room, e la nostra piattaforma collaborativa, su cui è stata predisposta l’area dedicata a TIM per le iniziative di consultazione e coinvolgimento dei propri stakeholder.
Al termine dell’analisi, TIM ha attribuito un punteggio di rilevanza in funzione delle occorrenze dei temi e dei voti espressi dagli stakeholder durante la survey.

4 – Creazione della matrice dei temi prioritari per il 2021

La matrice di materialità è il risultato di questo processo di analisi e valutazione e rappresenta appunto i temi che hanno impatto economico, sociale e ambientale sulla nostra azienda e il livello di importanza attribuito a quegli stessi temi dai nostri stakeholders.

Questi temi, prioritari per TIM e per i propri stakeholder, rispecchiano gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile al cui raggiungimento riteniamo di poter contribuire in misura maggiore attraverso le nostre persone, i nostri fornitori, le tecnologie e i servizi offerti, focalizzando la nostra cultura aziendale sulle nuove generazioni, sulla transizione verde e sui diritti umani, in particolare per la lotta alle disuguaglianze.

5 – Validazione e approvazione della matrice

La validazione dei temi e dell’intero processo di analisi di materialità è stata effettuata all’interno della nostra azienda, con il contributo della Funzione di Investor Relation dedicata al Sustainability Planning & Performance Index Analisys, della TIM Data Room e di RE2N, in qualità di consulente esterno.
TIM Data Room è la struttura del Gruppo che analizza i dati digitali provenienti dalla rete attraverso attività di ascolto, reporting e benchmarking.
In seguito, la matrice di materialità 2021 è stata approvata nel mese di dicembre 2021 dal Comitato Controllo e Rischi.

Analisi dei temi prioritari, un processo circolare

Una volta approvata, la matrice di materialità - aggiornata secondo le linee guida degli standard GRI - costituisce la base per la costruzione del Piano Strategico del Gruppo in ottica ESG.
È previsto inoltre che la fase di review sia svolta come attività preparatoria al prossimo ciclo di rendicontazione, anche con l’obiettivo di sottoporre i risultati delle analisi condotte, aggiornate nell’anno successivo, a specifiche attività di consultazione e di coinvolgimento degli stakeholder.