Ultimi Comunicati Stampa

Redazione ufficio stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM. Leggi i comunicati

Leadership in Energy and Environmental Design

La certificazione Leadership in Energy and Environmental Design (LEED) (Rif. [12]), testimonia l'impegno nel perseguire pratiche sostenibili atte a ridurre l'impatto ambientale delle proprie attività. Nel seguente paragrafo vengono elencati i punti salienti della certificazione e un focus sul conseguimento ottenuto per il data center di Cassina de Pecchi. La certificazione LEED è un riconoscimento internazionale per la sostenibilità edilizia, dove si attesta che il Data Center, è stato progettato e costruito secondo standard ESG. L’ottenimento della certificazione parte dalla fase progettuale, dove vengono adottate delle scelte di design atte a garantire il conseguimento di quest’ultima. Segue la fase di costruzione con l’adozione di materiali innovativi, soluzioni efficienti e innovativi. Le caratteristiche salienti della certificazione LEED includono:

  • efficienza energetica: Data Center progettato per ottimizzare l'efficienza energetica, con l'utilizzo di soluzioni innovative come l'impiego di sistemi di raffreddamento ad alta efficienza, l'adozione di sistemi di illuminazione a basso consumo energetico e l'implementazione di tecnologie per il monitoraggio e la gestione intelligente del consumo energetico;
  • gestione delle risorse idriche: vengono adottate misure per ridurre il consumo di acqua nell’edificio e nel Data Center, come l'utilizzo di apparecchiature a basso flusso d'acqua e l'implementazione di sistemi di recupero e/o riciclo dell'acqua piovana;
  • materiali sostenibili: per la costruzione sono impiegati materiali a basso impatto ambientale, provenienti da fonti sostenibili e riciclabili o anche vernici “mangia-smog”. Inoltre, sono adottate pratiche di gestione dei rifiuti, con l'obiettivo di massimizzare il riciclo e la riduzione dei rifiuti generati durante la fase di costruzione e nel corso dell'operatività dell’edificio data center;
  • qualità ambientale interna: sono adottate misure per garantire un'alta qualità dell'aria interna e un ambiente di lavoro salubre per il personale del data center. Ciò include l'uso di sistemi di filtraggio dell'aria avanzati, la riduzione delle fonti di inquinamento indoor e l'implementazione di politiche di gestione dei prodotti chimici per garantire un ambiente di lavoro sicuro e salutare.

Il Data Center di Cassina de Pecchi ha ottenuto la certificazione LEED a livello GOLD. Nello specifico sono state implementate:

  • soluzioni estensive di Free Cooling (vedi par. Free Cooling) diretto;
  • materiali ad alto isolamento termico in grado di garantire una maggiore tenuta onde evitare dispersioni termiche;
  • utilizzo di vernici esterne “mangia smog” basate su micro-catalizzatori che scindono a contatto le molecole di SO, CO2, NO, …, liberando ossigeno e trattenendo gli altri elementi che vengono portate a terra al cadere della pioggia;
  • utilizzo di vernici interne “mangia batteri”, la cui composizione non ne favorisce la circolazione e proliferazione nell’ambiente. In aggiunta, sono utilizzati materiali a bassa emissione di composti organici volatili (COV) per una maggiore qualità dell’aria;
  • adozione di apparecchiature illuminanti a basso consumo energetico mediante tecnologia LED e sensoristica di movimento, che contribuiscono ulteriormente al risparmio energetico;
  • sistemi avanzati di monitoraggio e gestione per ottimizzare il consumo energetico;
  • implementazione di un sistema di recupero per l’acqua piovana, per ridurre il consumo di acqua. Il sistema è a servizio della rete idrica duale, andando a ridurre il consumo complessivo dell’acqua all’interno dell’edificio. L'implementazione di tale tecnologia innovativa permette di minimizzare il ricorso all'acqua potabile e di ottimizzare l'uso delle risorse idriche disponibili;
  • riciclo di materiale per la costruzione del Data Center al fine di ridurre l’impatto ambientale e l’utilizzo di materie prime e selezione, nella realizzazione, di prodotti ad alto tasso di materiale recuperato;
  • riuso di componenti, arredi e apparecchiature dandogli una seconda vita. Sono stati ricondizionati porte, finestre, mobili e apparecchiature elettriche provenienti da uffici dismessi e/o rinnovati. Questo ha ridotto la quantità di rifiuti generati conseguendo una gestione sostenibile delle risorse e orientata all’economia circolare.