Ultimi Comunicati Stampa

Redazione ufficio stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM. Leggi i comunicati

Hexa-X

Hexa-X è il progetto f inanziato dalla Commissione Europea ed avviato ad inizio 2021 per gettare le basi della prossima generazione di telecomunicazioni mobili (6G): a differenza delle generazioni precedenti, lo sviluppo del 6G nell’ottica di Hexa-X non deve semplicemente offrire tecnologie sempre più performanti, ma deve in primo luogo rispondere ai bisogni della società in termini di sostenibilità, inclusione digitale, resilienza e sicurezza che sono parte degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDGs) definiti dalle Nazioni Unite (Fig.A).

Figura A: Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals) definiti dalle Nazioni Unite

Clicca qui per ingrandire l'immagine

In particolare, al fine di delineare una chiara direzione per le attività legate al 6G in relazione alla sostenibilità, Hexa-X ha stabilito alcuni obiettivi chiave nei seguenti ambiti: TCO (Total Cost of Ownership), EE (Energy Eff iciency) e Enablement (ossia la capacità dei sistemi ICT di aiutare gli altri settori industriali a ridurre l’emissione dei gas serra).
Si evince quindi che l’approccio di Hexa-X mira a raggiungere sia un “6G sostenibile” che un “6G per la sostenibilità”. In ambito TCO, il progetto Hexa-X si propone di analizzare la possibilità di ridurre i costi associati alla creazione, manutenzione e gestione della futura rete 6G rispetto a quelli equivalenti per una rete 5G. Questo obiettivo può essere raggiunto sfruttando abilitatori tecnologici come l’Intelligenza Artificiale e il distributed MIMO (Multiple-Input-Multiple-Output). In ambito EE invece, lo scopo è quello di ottenere una sostanziale riduzione del consumo energetico andando principalmente a identificare leve tecnologiche in grado di garantire un utilizzo più efficiente dell’energia. Per quanto riguarda l’Enablement, un’analisi quantitativa è al momento prematura per la mancanza di dati sulle tecnologie future; inoltre, una metodologia di calcolo consolidata è stata rilasciata da ITU solo a fine 2022 (ITU-T L.1480). L’analisi della letteratura disponibile ha permesso di appurare che per sfruttare appieno gli effetti dell’enablement la sola tecnologia non è sufficiente: la si deve accompagnare con appropriate politiche e strategie che promuovano cambiamenti culturali e comportamentali che ne indirizzino l’adozione. Sostenibilità, inclusione e affidabilità sono anche fra gli obiettivi di Hexa-X-II, avviato ad inizio 2023, che, partendo dai risultati di Hexa-X, intende traguardare la progettazione del sistema 6G per offrire servizi innovativi che rispondano alle esigenze della società nel prossimo decennio. In particolare, Hexa-X-II continuerà ad approfondire le tematiche di sostenibilità nei tre ambiti di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

 

giuseppe.avino@telecomitalia.it
giorgio.calochira@telecomitalia.it
nicola.magnani@telecomitalia.it

Figura B: Logo dei due progetti europei

Clicca qui per ingrandire l'immagine

Bibliografia

Raccomandazione ITU-T L.1480 - Enabling the Net Zero transition: Assessing how the use of information and communication technology solutions impact greenhouse gas emissions of other sectors, 2022.

Acronimi

SDGs     Sustainable Development Goals