Futuro sostenibile

Contribuiamo allo sviluppo sostenibile dei Paesi in cui operiamo, con infrastrutture di rete e servizi digitali innovativi, condividendo le nostre competenze e know how. Approfondisci

Ultimi Comunicati Stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM

TIM e le persone LGBT+: le vie dell'inclusione

La presenza ai Pride, la collaborazione con Parks, la storia di Valentina, prima moglie LGBT+ e poi mamma. Leggi di più

La vita sulla nuvola di TIM

Il cloud permette a chiunque di accedere alla massima capacità informatica. Una tecnologia che apre la strada a infinite soluzioni e applicazioni. Leggi di più

 

Truffe informatiche, diffusione di virus, consultazione di siti con contenuto osceno, violento o razzista. Questi alcuni dei rischi in cui possono incorrere bambini e ragazzi durante la navigazione.

Ma le minacce più gravi alla loro integrità psico-fisica sono alcuni fenomeni particolarmente diffusi sul web: il Cyberbullismo e la Pedopornografia online.

E' nei confronti di tali eventi che occorrono maggiore attenzione e controllo da parte degli adulti.

Tra le attività di sostegno alla protezione dei minori, TIM monitora costantemente alcuni KPI considerati particolarmente rilevanti, tra cui:

  • attività di spam,
  • diffusione di virus e malware,
  • attacchi informativi e accessi abusivi ai sistemi,
  • pubblicazione e divulgazione di materiale offensivo, molesto o sovversivo,
  • diffusione di materaile pedo-pornografico,
  • frodi informatiche e furto d'identità
  • trattamento illecito di dati personale e di traffico.

 

CYBERBULLISMO:

Il "Cyberbullismo" è una molestia e violenza psicologica esercitata dal "bullo telematico" cioè da una persona che, utilizzando chat, blog o e-mail, diffonde foto, confidenze e messaggi ottenuti con l’inganno. I suoi obiettivi sono deridere e violentare psicologicamente i ragazzi più deboli che non riescono a reagire.

Per difenderti dal cyberbullo:

  • non rispondere mai a provocazioni, a minacce od offese e interrompi immediatamente la conversazione.
  • non comunicare informazioni personali, foto o confidenze riguardanti la tua vita privata. Il cyberbullo può approfittarne e diffonderle a tua insaputa deridendoti e offendendoti.
  • non vergognarti di aver subito violenze verbali e minacce psicologiche da un cyberbullo e informa sempre i tuoi genitori quando ti senti vittima di episodi del genere che ti creano disagio e imbarazzo.
  • se utilizzi chat, stabilisci un nickname e una password generici in cui non ci sia alcun riferimento esplicito ai tuoi dati personali (nome, indirizzo, età) o a luoghi e persone che frequenti.

 

PEDOPORNOGRAFIA ONLINE

Il pedofilo telematico, è una persona abile a mascherare la propria identità e capace di conquistare facilmente la fiducia dei minori fingendosi un coetaneo utilizzando un linguaggio generico e proprio dei ragazzi. Si accerta che siano soli e non affiancati da persone adulte per introdurre argomenti di tipo sessuale e richiedere l’invio di foto e di dati personali.

Per difenderti dal pedofilo telematico:

  • non comunicare mai i tuoi dati personali, come nome, cognome, indirizzo, età, agli sconosciuti incontrati casualmente in Rete.
  • se ricevi richieste di informazioni o proposte di incontri che ti imbarazzano o creano un forte disagio, interrompi subito la conversazione ed informa i tuoi genitori: sapranno loro come intervenire per aiutarti.
  • non accettare di incontrare chi conosci online, anche se dichiara di avere la tua stessa età, senza il permesso dei tuoi genitori. Se accetti l’incontro, fai in modo che avvenga in un luogo pubblico dove puoi, se necessario, chiedere aiuto.
  • se ricevi immagini di adulti o di bambini che non conosci, in atteggiamenti equivoci o sconvenienti, avverti subito i tuoi genitori e non accettare mai di inviare le tue foto o immagini che ti raffigurano.
  • se sei in una chat room e vengono usate parole volgari su argomenti sessuali, non rispondere in nessun caso e informa immediatamente i tuoi genitori.