Gruppo TIM
Gruppo TIM

La nostra visione ESG

ESG vision

Crediamo che la trasformazione digitale sia la chiave per lo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese e per la tutela del nostro territorio. Approfondisci

Efficienza energetica e rinnovabili

Rinnovabili ed efficienza energetica, il contributo di TIM

25/05/2021 - 12:30

Essere la seconda azienda energivora del paese significa avere consapevolezza del proprio ruolo nella transizione ecologica, la tutela dell’ambiente e l’impegno necessario per compiere questo percorso.

Per questo motivo pochi giorni fa abbiamo siglato l’accordo con ERG, il più grande di lungo termine in Italia per la fornitura di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili.
Per un periodo di 10 anni, dal 2022 al 2031, ERG ci fornirà energia 100% green per 3,4 TWh, ovvero un quantitativo pari a circa il 20% dei nostri consumi energetici. A produrla saranno impianti eolici, tra cui anche i siti oggetto di rinnovamento e potenziamento nel sud Italia, e in particolare quelli di Lacedonia Monteverde, in provincia di Avellino, e Avigliano, in provincia di Potenza.

Reti fisse e mobili, data center, negozi: gli elementi alla base del nostro business necessitano di essere alimentati da energia e ne richiedono sempre di più, data la continua crescita del traffico e della richiesta di servizi. È per questo che aumentare l’efficienza energetica e far sempre più ricorso alle energie rinnovabili è tra i nostri obiettivi strategici.
E le conseguenze positive sono sistemiche. Basti pensare che il 3,2% (*) del totale mondiale delle emissioni di CO2 è interamente prodotto dai data center e che l’Italia nel suo complesso è il 4° paese quanto a consumi energetici in Europa, ma anche il 3° per consumi di energia da fonti rinnovabili, dopo Germania e Francia (**).

Nel nostro paese, la fonte che nel 2019 ha fornito il contributo principale alla produzione di energia da fonti rinnovabili è quella idroelettrica; seguono il fotovoltaico, le bioenergie, l’eolico e il geotermico.

L’eolico, tuttavia, rappresenta un cambiamento radicale del modo di produrre energia, che diventa economicamente sostenibile. Una tendenza che in Italia si sta diffondendo a partire dalla zona del centro-sud, ma che rappresenta un trend globale. Secondo i dati di Bloomberg, infatti, nel mondo la capacità di energia eolica installata è destinata ad aumentare di sette volte entro il 2040, raggiungendo i 2.033 GW dai 282 GW registrati nel 2012.

Questi dati spiegano bene le fondamenta del nostro accordo con ERG, una tappa importante del percorso energetico avviato dal nostro gruppo.

A fine 2020, infatti, il consumo di energia da fonti rinnovabili di TIM aveva già raggiunto il 30% e i nostri consumi energetici complessivi in Italia si erano ridotti rispetto all’anno precedente. Un dato significativo, soprattutto se si tiene conto della contemporanea impennata del traffico dati dovuta alla crisi pandemica: nel giro di pochissimi giorni, nel marzo dell’anno scorso, il volume di dati da gestire è raddoppiato, sottoponendo le nostre infrastrutture a uno “stress test” eccezionale.

A ciò si aggiungono le attività per la progressiva sostituzione della rete in rame con la fibra ottica e lo sviluppo delle reti 5G. Un cambiamento che contribuisce al raggiungimento degli obiettivi nazionali di incremento dell’efficienza energetica, visto che le nuove tecnologie coniugano maggiori performance e minori consumi(***). Ma anche uno sviluppo tecnologico essenziale per la crescita di tutti i comparti produttivi e dei servizi sul territorio.

Siamo inoltre impegnati nella reingegnerizzazione degli impianti di raffrescamento, la sostituzione di trasformatori e di stazioni di energia, e abbiamo realizzato i primi due progetti pilota di applicazione di algoritmi di intelligenza artificiale in due data center. Una direzione in cui si inserisce anche il recente accordo con A2A, che mette a disposizione di TIM la propria esperienza nell’ambito dell’efficienza energetica e della gestione del calore, utilizzando proprio tecnologie di intelligenza artificiale.

In questo contesto, dunque, l’accordo con ERG rappresenta un ulteriore importante tassello nel nostro percorso energetico. L’obiettivo che ci poniamo è diventare carbon neutral: entro il 2030 vogliamo azzerare le nostre emissioni dirette, indirette e quelle derivanti dai consumi di energia, e contribuire così al cambio di passo verso la sostenibilità di cui il nostro paese e l’ambiente hanno bisogno.
 

* Fonte: elaborazione Centro Studi TIM
** Fonte: Report GESI 2021
*** Dato riferibile al minore consumo di energia per Gigabyte di dati trasferiti

Sparkle e il Data Center sostenibile

Sparkle e il Data Center sostenibile

Noovle, il cloud italiano innovativo

Noovle, il cloud italiano innovativo